whatsapp
5 giri in moto da fare in giornata (in montagna!)

05 luglio 2021

5 giri in moto da fare in giornata (in montagna!)

Consigli per godersi l’estate su due ruote!

È arrivata l’estate, la stagione delle moto può finalmente entrare nel vivo - il bel tempo, il caldo, le giornate limpide (anche se il temporale estivo è sempre dietro l’angolo) sono il momento ideale per tirare fuori la moto dal garage e godersi una bella gita in giornata. Ma con la bella stagione, lo sappiamo, arriva anche il caldo. Ecco perché, da Nord a Sud, le mete più gettonate dai centauri di tutta Italia sono le montagne e i laghi.


Strade tortuose e divertenti, temperature miti, meno traffico (non sempre), baite e malghe dove fermarsi a mangiare a portata di mano. Insomma, i motivi per farsi una bella giornata in montagna non mancano di sicuro - così come non mancano le mete a portata di mano, in Italia. Ce ne sarebbero tantissimi; noi ne abbiamo scelti 5, ma aspettiamo di sentire i vostri suggerimenti per le mete immancabili da affrontare d’estate!

Passo dello Stelvio - Trentino Alto Adige / Lombardia

Forse un po’ troppo banale ma imprescindibile per qualsiasi amante delle due ruote, il passo dello Stelvio, al confine tra Lombardia, Trentino Alto-Adige e Austria, è una delle mete più gettonate dai motociclisti di tutta Europa, una delle strade più belle del mondo, un nastro d’asfalto che si srotola per chilometri fino ad arrivare a ben 2757 metri sul livello del mare. Qui caldo, traffico e afa saranno solo un vago ricordo.

Passo Giau - Veneto

Altro passo molto amato dai motociclisti nostrani - ma anche da quelli europei - si trova in Veneto, Passo Giau, quasi al confine con l’Austria. Aria profumata, cime alpine a poca distanza, campi fioriti, malghe e baite, strade che salgono e scendono tra pieghe e tornanti da urlo. Un paesaggio idilliaco, ideale per una gita in giornata (o per un viaggio di più giorni); e che spesso molti affrontano anche più volte perché addirittura, a detta di tanti motociclisti, è il passo più bello di tutti.

Passo della Cisa - Emilia-Romagna

Per chi si trova nelle Regioni del Centro-Nord, anche il Passo della Cisa (per non parlare di Penice, Futa, Abetone…) è imprescindibile, un grande classico che quasi non ha bisogno di presentazione. Un passo appenninico che collega Parma a La Spezia e che non raggiunge certo le quote alpine, ma che regala comunque la frescura dei suoi 1042 metri sul livello del mare, accompagnate da dolcissime curve, pieghe e tornanti che non fanno rimpiangere altitudini maggiori. 

Campo Imperatore - Abruzzo

Il “Piccolo Tibet” di Campo Imperatore è un’altra perla di bellezza motociclistica (e non solo, dato che spesso vi fa tappa il Giro d’Italia) incastonato e sorvegliato dal Corno Grande, vetta più alta del Gran Sasso, con i suoi 2912 metri. Una delle mete inevitabili per i motociclisti del Centro-Sud Italia ma che merita anche escursioni di più giorni se si arriva da più lontano. La classica salita da Assergi porta in un luogo dal sapore mitico, intatto, immacolato. Almeno finché non arriva il rombo dei centauri, spinti fin qui dalla bellezza delle strade, del paesaggio, dal classico giro all’osservatorio e dalla pausa pranzo a base di immancabili arrosticini.

Etna - Sicilia

Immancabile per qualunque tour della Sicilia in moto (e non solo) è l’Etna, vulcano più alto e imponente d’Italia. Qui, penserete, sarà difficile trovare del fresco; ma l’altitudine è notevole, certo il sole batterà parecchio, ma tra le pieghe e i curvoni della statale “Mareneve” aria fresca e divertimento non mancano mai. Questo è il percorso più famoso ma ce ne sono davvero tanti, in mezzo alla pietra lavica del vulcano, per neofiti ed esperti - anche in off-road.

Come prepararsi a una scampagnata in moto?

Per viaggiare in estate, per via del caldo e delle temperature, servono alcuni accorgimenti, soprattutto se si preparano viaggi lunghi. Anche per giri in giornata bisogna avere un minimo di preparazione, per essere comodi e sicuri in ogni situazione. In particolare, andando in montagna, bisognerà tenere conto del cambio delle temperature (ma se c’è il sole questo può essere minimo) e soprattutto del possibile cambio delle condizioni meteo, che ad alta quota è sempre dietro l’angolo. Ecco perché bisogna sempre ricordarsi:

  • Giacche - a strati, possibilmente, dato che dalla pianura o dalla città fino a salire la temperatura cambierà, a volte anche di molti gradi
  • Pantaloni - lunghi e tecnici ma con tasche e traforature che favoriscono la traspirazione
  • Scarpe tecniche o stivali, come anche i guanti, per viaggiare in sicurezza e prepararsi al cambio di temperatura
  • Tenuta antipioggia sempre a portata, nel sottosella o nello zaino, perché in estate, e in particolare in montagna, la pioggia è sempre dietro l’angolo
  • Intimo tecnico per regolare al meglio la temperatura corporea in ogni condizione

Come trovare l’abbigliamento ideale per i tuoi viaggi estivi in montagna? Vieni a trovarci in negozio oppure contattaci se necessiti di assistenza online, e troveremo insieme ciò di cui hai bisogno per goderti la tua due ruote in ogni condizione!

Condividi su